Magliano in Toscana, la storia

Iniziamo la nostra carrellata sulle cose da visitare nei dintorni, da Magliano in Toscana, essendo il nostro agriturismo in questo bel comune.

Magliano in Toscana

Il centro storico di Magliano in Toscana, sorge sulla sommità di una collina, in mezzo agli olivi, a 128 metri sul l.m., circondato dalle poderose mura medioevali, ben conservate e in parte ristrutturate. Nelle campagne vicine, numerosi i resti delle antiche civiltà Etrusca e Romana.

Infatti nel territorio su cui sorge Magliano in Toscana abbiamo importati tracce delle necropoli e degli antichi centri di Kalousion e Heba. La città di Heba, dai ritrovamenti archeologici, sembra che sorgesse presso l’attuale località “le Sassaie” lungo la strada provinciale Sant’Andrea. Non esiste attualmente un sito da visitare, i due ritrovamenti più importanti sono un cippo in travertino del II sec. d.C. che si trova nel Palazzo Comunale di Magliano, e una tavola di bronzo (Tabula Hebana) del 20 d.C. con il testo di una delibera romana in merito agli onori funebri da tributare  a Germanico (nipote dell’imperatore Tiberio) che si trova nel Museo Archeologico di Grosseto.

Il paese assunse una certa importanza quando gli Aldobardechi di Sovana, intorno all’anno mille, vi fecero costruire la cinta muraria. Sempre nel periodo aldobardesco (1100-1200) vennero costruite le chiese di San Martino e San Bruzio. Circa due secoli più tardi, Magliano in Toscana passò sotto il dominio di Siena e vennero aggiunti alle mura dei possenti torrioni che potrebbero portare la firma del Vecchietta o di un suo allievo. Sia le mura che i torrioni sono stati oggetto di un attento restauro ed oggi si possono ammirare in tutta la loro bellezza. Nel 1555, dopo la caduta di Siena ad opera degli spagnoli, il paese venne ceduto ai Medici e amministrato come feudo dal granducato di Toscana. In seguito alla legge di abolizione dei feudi granducali, la storia del paese andò di pari passo con quella del granducato di Toscana prima e dell’Italia poi.

A Magliano in Toscana sono molte le cose da vedere. Qui di seguito ve ne riporto alcune e se vi interessa nei prossimi articoli passerò a descriverli un po’ più in dettaglio:

LE MURA

CHIESA DI SAN MARTINO

PALAZZO DI GIUSTIZIA E PALAZZO DEL PODESTA’

CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA

PALAZZO DI CHECCO BELLO

CHIESA DELLA SS. ANNUNZIATA

L’OLIVO DELLA STREGA

LA CANONICA DI SAN BRUZIO